Sito della campagna Crypto Scam Targets Trump’s Campaign

Il 28 ottobre 2020, il sito web ufficiale del presidente Trump è stato recentemente violato nell’ambito di una truffa criptata. Il suo team sta attualmente esaminando la questione. Secondo un messaggio lasciato sul sito [www.donaldjtrump.com], i truffatori hanno affermato: „Il mondo ne ha abbastanza delle notizie false diffuse [sic] ogni giorno“.

L’impatto dell’hack

Secondo il team della campagna, non c’è stata alcuna fuga di dati sensibili. Il motivo è che sul sito non sono stati memorizzati dati sensibili. Da allora hanno ripristinato il sito. Diversi screenshot sono stati diffusi online. Questi screenshot mostravano brevemente il sito e mostravano i messaggi inviati dagli hacker.

Secondo il testo, che era accompagnato da badge del Dipartimento di Giustizia e dell’FBI, gli hacker volevano che il mondo sapesse la verità. Essi sostenevano di aver ottenuto l’accesso a diversi dispositivi, che avevano dato loro accesso a Trump e alla sua famiglia.

Inoltre, gli hacker hanno affermato di avere la prova che l’amministrazione Trump aveva intenzionalmente diffuso COVID19. Inoltre, hanno affermato che il governo aveva pianificato di interferire nelle elezioni presidenziali, previste per il 3 novembre 2020.

La truffa di Crypto

Dopo tutti quei messaggi che facevano affermazioni assurde, i truffatori hanno chiesto una donazione criptata in cambio delle informazioni che avevano acquisito. Tuttavia, finora non è stata fatta trapelare alcuna informazione a prova delle accuse fatte. Inoltre, il direttore della campagna di Trump ha negato la perdita di qualsiasi informazione sensibile da parte degli hacker.

Secondo un tweet di Tim Murtaugh, direttore della campagna di comunicazione di Trump, il sito web della campagna è stato deturpato in precedenza. Ora stanno lavorando con le forze dell’ordine per indagare sull’origine dell’attacco. Egli ha ribadito che non è stato esposto alcun dato sensibile in quanto non ce n’era nessuno memorizzato sul sito. Ha concluso affermando che il sito è stato ripristinato.

All’inizio di questa sera, il sito web della campagna Trump è stato deturpato e stiamo lavorando con le forze dell’ordine per indagare sulla fonte dell’attacco. Non vi è stata alcuna esposizione a dati sensibili perché nessuno di essi è effettivamente memorizzato sul sito. Il sito web è stato ripristinato.

Le conseguenze

La deturpazione di siti web è considerata un vandalismo informatico di basso livello. È come se qualcuno usasse vernice spray per vandalizzare una proprietà privata. L’hackeraggio è durato solo 30 minuti prima che il team di Trump si riprendesse il sito.

Anche se si è trattato di un attacco di basso livello, il fatto che abbiano usato il crypto potrebbe alzare un po‘ la posta in gioco. Alla fine di agosto gli hacker sono riusciti a rubare le password degli account Twitter di varie personalità di spicco. L’hacker stesso era di livello relativamente basso.

Tuttavia, poiché sono riusciti ad aggiungere un indirizzo Bitcoin Code, sono riusciti ad impadronirsi di oltre centomila Bitcoin. Di conseguenza, quello che poteva essere un attacco di basso livello ha finito per essere una truffa che valeva centinaia di migliaia di dollari.

Non si sa se i truffatori siano riusciti a ricevere un qualsiasi criptaggio nel loro indirizzo criptato. Tuttavia, ciò espone i pericoli di una sicurezza lassista sui forum pubblici. Mentre l’hacker stesso è di livello relativamente basso, l’accesso a una tale piattaforma disponibile al pubblico potrebbe potenzialmente mettere in rete milioni di hacker in crypto.

Le autorità di regolamentazione statunitensi potrebbero usare l’hacker come scusa per imporre restrizioni più severe al settore crittografico. L’hacking di un sito web così prominente aiuterà a raccontare ulteriormente che il cripto è usato solo dai criminali. Anche se questo non è vero, la persona media non lo sa. Potrebbe persino portare all’imposizione di una legislazione severa al settore dei criptoscopi per fermare i „criminali“. Gli incidenti evidenziano come le azioni negative di alcuni potrebbero potenzialmente ostacolare la crescita del settore dei crittografi.